Acquisto di azioni proprie scritture contabili

di | 23/01/2023

Registrazioni contabili per l’annullamento di azioni

Quando le società hanno bisogno di più capitale, emettono nuove azioni per gli investitori. Di solito, le azioni sono emesse in cambio di contanti o equivalenti, ma possono essere emesse anche in cambio di altre attività come immobili, impianti e macchinari. L’investitore riceve i certificati azionari come prova del contributo al capitale della società.

In caso di emissione sopra la pari, il conto cassa viene addebitato per il totale del contante ricevuto dalla società, le azioni ordinarie o privilegiate vengono accreditate per il valore nominale moltiplicato per il numero di azioni emesse e il conto capitale aggiuntivo versato viene accreditato per l’eccedenza del contante ricevuto rispetto al valore nominale moltiplicato per il numero di azioni emesse.

Quando le azioni di valore nominale sono emesse sotto la pari, il contante viene addebitato per l’importo effettivo ricevuto, le azioni ordinarie o privilegiate vengono accreditate per il valore nominale totale e lo sconto sul capitale viene addebitato per l’eccesso del valore nominale totale rispetto al contante ricevuto. Lo sconto sul capitale fa parte del patrimonio netto e appare come una deduzione da altri conti del patrimonio netto nel bilancio.

Regole contabili per l’acquisto di azioni proprie

Quando le 7.500 azioni rimanenti vengono vendute, la voce per registrare la vendita include un aumento (addebito) del contante per i proventi ricevuti, una diminuzione (credito) delle azioni proprie per il prezzo di riacquisto di $25 per azione o $187.500, e una diminuzione (addebito) del capitale versato aggiuntivo × azioni proprie, se il conto ha un saldo, per la differenza. Se la differenza tra i contanti ricevuti e il costo delle azioni proprie è superiore al conto Azioni proprie versate in più, gli utili portati a nuovo vengono ridotti (addebitati) per l’importo rimanente dopo che il saldo del conto Azioni proprie versate in più è stato ridotto a zero. Se la Soccer Trio Corporation vende le rimanenti 7.500 azioni proprie per 21 dollari, la voce per registrare la vendita sarà quella indicata:

  Acquisto router registrazione contabile

Se il Consiglio di amministrazione decide di ritirare le azioni proprie al momento del riacquisto, queste vengono annullate e non sono più considerate emesse. In questo caso, i conti delle azioni ordinarie e del capitale aggiuntivo versato vengono diminuiti (addebitati) per gli importi registrati in questi conti quando le azioni sono state originariamente emesse e la liquidità viene diminuita (accreditata) per l’importo pagato per riacquistare le azioni. Se il prezzo di riacquisto è superiore al prezzo di emissione originale, la differenza è una diminuzione (addebito) del conto Azioni proprie versate in più fino a quando il suo saldo non raggiunge lo zero. Una volta che il saldo del conto Azioni proprie a capitale aggiuntivo versato raggiunge lo zero, o se non esiste tale conto, la differenza è una diminuzione (addebito) agli utili portati a nuovo. Se il prezzo di riacquisto è inferiore al prezzo di vendita originale, la differenza aumenta (viene accreditata) al conto capitale versato supplementare.

Contabilizzazione delle azioni proprie frs 102

Una società può decidere di acquistare le proprie azioni, che vengono chiamate azioni proprie.  La direzione aziendale può decidere di ritirare definitivamente queste azioni, oppure di conservarle per rivenderle o riemetterle in un momento successivo. I motivi più comuni per il riacquisto di azioni sono i seguenti: le azioni riacquistate non sono valide ai fini del diritto di voto e non devono essere incluse nel calcolo dell’utile per azione riportato dalle aziende pubbliche.I due aspetti della contabilizzazione delle azioni proprie sono l’acquisto di azioni da parte di una società e la loro rivendita. In seguito ci occuperemo di queste transazioni di azioni proprie.

  Documenti necessari per acquisto auto con finanziamento

Il metodo del costoIl metodo più semplice e più utilizzato per contabilizzare il riacquisto di azioni è il metodo del costo. Per registrare un riacquisto, è sufficiente registrare l’intero importo dell’acquisto nel conto delle azioni proprie.Rivendita delle azioni con il metodo del costoSe le azioni proprie vengono rivendute in un momento successivo, compensare il prezzo di vendita con il conto delle azioni proprie e accreditare le vendite che superano il costo di riacquisto al conto del capitale versato aggiuntivo. Se il prezzo di vendita è inferiore al costo di riacquisto, imputare il differenziale al capitale aggiuntivo versato residuo da precedenti operazioni su azioni proprie e l’eventuale importo residuo agli utili portati a nuovo se non vi è un saldo residuo nel conto del capitale aggiuntivo versato. Se la direzione decide di ritirare definitivamente le azioni che ha già contabilizzato secondo il metodo del costo, stornerà il valore nominale e il capitale aggiuntivo versato associati alla vendita originale delle azioni, imputando l’eventuale importo residuo agli utili portati a nuovo.Esempio di metodo del costoIl consiglio di amministrazione della Armadillo Industries autorizza il riacquisto di 50.000 azioni della società, il cui valore nominale è di 1 dollaro. L’azienda aveva originariamente venduto le azioni a 12 dollari l’una, per un totale di 600.000 dollari. Riacquista le azioni per lo stesso importo. Il controller registra l’operazione con questa voce:

Trattamento contabile dell’acquisto di azioni proprie

In origine il Companies Act del 1956 non prevedeva il riacquisto di azioni proprie. Tuttavia, la richiesta di riacquisto di azioni proprie da parte del settore societario è stata insistente. Il Governo centrale ha approvato il riacquisto di azioni da parte delle società e il Presidente ha emanato un’ordinanza in tal senso il 31 ottobre 1998. A seguito di ciò è stato approvato il Companies (Amendment) Act, 1999, che è entrato in vigore a partire dal 31 ottobre 1998, data dell’ordinanza, in base al quale le società sono state autorizzate a riacquistare le proprie azioni e altri titoli specificati a determinate condizioni. Pertanto, le disposizioni per il riacquisto di azioni sono state introdotte a partire dal 31-10-1998 nel Companies Act, 1956, e la SEBI ha anche elaborato alcuni regolamenti per il riacquisto di titoli nel caso di società quotate nel 1999. L’articolo 68 del Companies Act 2013 conferisce alla società il potere di acquistare le proprie azioni e altri titoli specificati.

  Registrazione contabile buoni acquisto

Per riacquisto di azioni si intende l’acquisto di azioni proprie da parte di una società: Quando le azioni vengono riacquistate da una società, queste devono essere annullate dalla società stessa. Pertanto, il riacquisto di azioni comporta una diminuzione del capitale sociale della società. Una società non può acquistare le proprie azioni a scopo di investimento. Una società che dispone di liquidità sufficiente può decidere di acquistare le proprie azioni.