Acquisto quote srl con sovrapprezzo scritture contabili

di | 28/01/2023
Acquisto quote srl con sovrapprezzo scritture contabili

Capitale sociale

Non è raro che le società acquistino le proprie azioni dagli azionisti.    Gli scenari tipici includono azionisti che desiderano vendere le proprie azioni in una società in cui altri azionisti potrebbero non volerle acquistare o in cui gli azionisti non sono in grado di raccogliere il denaro per acquistarle.

Il Companies Act 2006 (CA06) tratta dell’acquisizione di azioni proprie da parte di una società nella Parte 18, nelle sezioni da 658 a 737.    La sezione 658 pone una restrizione all’acquisizione di azioni proprie da parte delle società (per acquisto, sottoscrizione o altro), a meno che non si applichino le eccezioni di cui alla sezione 659.    Le eccezioni sono riassunte come segue:

La sezione 686(1) del CA06 consente il rimborso delle azioni riscattabili solo se sono interamente pagate.    Un principio simile è contenuto nella sezione 691(1), che vieta alle società di acquistare le proprie azioni se queste non sono interamente pagate.    La Sezione 691(2) richiede inoltre che le società che acquistano azioni proprie paghino tali azioni al momento dell’acquisto.

La sezione 733 del capitolo 7 delle Disposizioni supplementari CA06 fa riferimento alla “riserva di rimborso del capitale”.    La sezione 733(2) prevede che le società le cui azioni sono rimborsate o acquistate interamente con gli utili della società trasferiscano una somma equivalente all’importo della diminuzione del capitale sociale della società al momento dell’annullamento delle azioni.    Questo trasferimento è necessario per mantenere il capitale della società e anche per proteggere i creditori.

  Imprenditore agricolo professionale agevolazioni acquisto terreni

Come si contabilizza il sovrapprezzo delle azioni?

Contabilizzazione di un conto di sovrapprezzo azioni

Il conto del sovrapprezzo delle azioni rappresenta la differenza tra il valore nominale delle azioni emesse e il prezzo di sottoscrizione o di emissione. Il conto sovrapprezzo azioni può essere conosciuto anche come capitale aggiuntivo versato e può essere chiamato anche capitale versato in eccesso rispetto al valore nominale.

Che fine fa il sovrapprezzo delle azioni nel bilancio finale?

Il sovrapprezzo non può essere utilizzato per la distribuzione di dividendi o altri pagamenti e può essere utilizzato solo per quanto espressamente previsto dallo statuto della società. Il conto del sovrapprezzo delle azioni figura nella sezione del patrimonio netto del bilancio.

Quando le azioni vengono emesse con sovrapprezzo, quale conto viene accreditato?

Il profitto ottenuto dall’emissione di azioni con sovrapprezzo è chiamato profitto di capitale e viene accreditato su un conto separato, noto come Conto del premio in titoli.

Doppio registro del sovrapprezzo delle azioni

Il conto del sovrapprezzo delle azioni è tipicamente elencato nel bilancio di una società. Questo conto viene accreditato per il denaro pagato, o promesso di essere pagato, da un azionista per un’azione, ma solo quando l’azionista paga più del costo dell’azione.

Il sovrapprezzo delle azioni può essere considerato come la differenza tra il valore nominale delle azioni di una società e l’importo totale ricevuto per le azioni emesse di recente. Ad esempio, la società ABC ha emesso 300 azioni. Le azioni hanno un valore nominale o sono valutate 10 dollari l’una; tuttavia, alla società sono stati pagati 15 dollari per azione.

Nel corso di un periodo di tempo, il saldo del conto del sovrapprezzo azioni aumenta e diminuisce. Ciò è dovuto al fatto che la prassi operativa standard di una società è quella di emettere nuove azioni in linea con l’attuale valore di mercato delle azioni anziché con il loro valore nominale arbitrario.

  Acquisto estintori in contabilità

Il conto sovrapprezzo azioni è una riserva che non può essere distribuita. Una società può utilizzare il saldo del conto solo per gli scopi stabiliti nel proprio statuto. Nella maggior parte dei casi, una società non può utilizzare il conto per pagare dividendi agli azionisti o per compensare perdite operative. Il conto del sovrapprezzo azioni viene solitamente utilizzato per pagare le spese di capitale, tra cui le commissioni dei sottoscrittori. Il conto può essere utilizzato anche per l’emissione di azioni gratuite e per i costi o le spese relativi a tale emissione.

Esempio di premio azionario

Il conto del sovrapprezzo delle azioni figura nella parte del patrimonio netto dello stato patrimoniale. Il conto del sovrapprezzo delle azioni rappresenta la differenza tra il valore nominale delle azioni emesse e il prezzo di sottoscrizione o di emissione. È noto anche come capitale aggiuntivo versato e può essere chiamato capitale versato in eccesso rispetto al valore nominale. Si tratta di un conto di riserva legale, non distribuibile.

Il sovrapprezzo può essere costituito da denaro ricevuto per la vendita di azioni ordinarie o privilegiate. Il saldo viene registrato in questo conto solo quando c’è una vendita diretta di azioni da parte della società, di solito in seguito a un aumento di capitale o a un’offerta pubblica iniziale. La negoziazione secondaria, tra investitori, non influisce sul conto del sovrapprezzo delle azioni.

Ad esempio, supponiamo che una società emetta 1.000 azioni al valore nominale di 0,01 dollari per azione. La società ha effettivamente ricevuto 15 dollari per azione durante un’offerta. La differenza tra il valore nominale e l’importo della sottoscrizione è il sovrapprezzo delle azioni. Dieci dollari vengono accreditati al conto delle azioni ordinarie e gli ulteriori 14.990 dollari vengono accreditati al conto del sovrapprezzo o capitale aggiuntivo versato.

  Registrazione contabile acquisto auto aziendale con finanziamento

Riserva da sovrapprezzo azioni

Quando abbiamo introdotto gli addebiti e gli accrediti, abbiamo appreso l’utilità dei conti T come rappresentazione grafica di qualsiasi conto del libro mastro. Tuttavia, prima che le transazioni vengano registrate nei conti a T, esse vengono prima registrate utilizzando moduli speciali noti come diari.

I contabili utilizzano moduli speciali chiamati diari per tenere traccia delle loro transazioni commerciali. Il giornale è il primo luogo in cui le informazioni vengono inserite nel sistema contabile. Il libro giornale è spesso chiamato libro delle scritture originali, perché è il luogo in cui le informazioni vengono originariamente inserite nel sistema. Il libro giornale tiene un resoconto storico di tutte le transazioni registrabili che l’azienda ha effettuato. In altre parole, il libro giornale è simile a un diario per un’azienda. Quando si inseriscono informazioni in un diario, si dice che si sta registrando la voce. La registrazione è la seconda fase del ciclo contabile. Ecco un’immagine di un giornale.

Si noti che questo esempio ha solo un conto di debito e un conto di credito, il che è considerato una voce semplice. Una registrazione composta si ha quando nella colonna degli addebiti e/o degli accrediti di una registrazione del giornale sono elencati più conti (come si vede di seguito).