Usura nel contenzioso bancario

di | 31/12/2022
Usura nel contenzioso bancario

Prestiti predatori

Il legislatore vuole fermare le pratiche usurarie degli istituti di creditoScrittore: Lorelei V. Castillo, MRS-PRIB23 luglio 2011 10:19:32 Un legislatore dell’AMA ha chiesto l’immediata approvazione di un disegno di legge che prevede un tetto ai tassi di interesse applicati dagli istituti di credito.

L’House Bill 4917, scritto dal deputato Teodoro Casi&ntiledo (Partylist, Bayan Muna), prevede che tutti gli istituti di credito applichino un tasso di interesse non superiore all’1% al mese o al 12% all’anno sui prestiti o su qualsiasi dilazione di denaro, beni o crediti.

Il disegno di legge prevede che gli istituti di credito includano le società di carte di credito, i banchi dei pegni, le associazioni di risparmio e prestito, le cooperative e i privati. I trasgressori saranno puniti con un’ammenda di 50.000 PJ e con la reclusione di sei mesi o con entrambe le pene.

Finanziamento degli interessi

Le leggi sull’usura sono norme che regolano l’ammontare degli interessi che possono essere applicati su un prestito. Le leggi sull’usura mirano specificamente a contrastare la pratica di applicare tassi di interesse eccessivamente elevati sui prestiti, fissando dei limiti all’importo massimo degli interessi che possono essere applicati. Queste leggi sono concepite per proteggere i consumatori.

Negli Stati Uniti, i singoli Stati sono responsabili della definizione delle proprie leggi sull’usura.  Sebbene questo tipo di attività finanziaria possa rientrare nella clausola del commercio della Costituzione, il Congresso non si è tradizionalmente occupato di usura. Il governo considera la riscossione dell’usura con mezzi violenti un reato federale.

  Come richiedere un fido bancario

Le società di carte di credito hanno in genere il vantaggio di poter applicare i tassi di interesse consentiti dallo Stato in cui la società è stata costituita, anziché seguire le leggi sull’usura in vigore negli Stati in cui vivono i mutuatari. Analogamente, le banche con sede a livello nazionale possono applicare gli interessi più elevati consentiti dallo Stato in cui l’istituto è stato costituito. Costituendosi in Stati come il Delaware o il South Dakota, tali istituti di credito hanno storicamente beneficiato di un maggior margine di manovra consentito dalle leggi sull’usura di quegli Stati.

Costo degli interessi

L’usura (nel senso originario di qualsiasi interesse) è stata denunciata da leader religiosi e filosofi del mondo antico, tra cui Mosè,[7] Platone, Aristotele, Catone, Cicerone, Seneca,[8] Aquino,[9] Gautama Buddha[10] e Maometto.[11]

Lo storico della teologia John Noonan sostiene che “la dottrina [dell’usura] è stata enunciata dai papi, espressa da tre concili ecumenici, proclamata dai vescovi e insegnata all’unanimità dai teologi”[14].

L’attività bancaria durante l’Impero romano era diversa da quella moderna. Durante il Principato, la maggior parte delle attività bancarie era condotta da privati che operavano come le grandi imprese bancarie di oggi. Chiunque avesse disponibilità di beni liquidi e volesse prestarli poteva farlo facilmente.[15]

I tassi d’interesse annuali sui prestiti variavano tra il 4 e il 12%, ma quando il tasso d’interesse era più alto, in genere non era del 15-16%, bensì del 24% o del 48%. I tassi di interesse erano quotati su base mensile e i più comuni erano multipli di dodici. I tassi mensili tendevano a variare da frazioni semplici al 3-4%, forse perché i prestatori usavano i numeri romani.[16]

  Unipi banca finanza e mercati finanziari magistrale

Significato dell’usura

A un certo punto, negli ultimi anni, la mescolanza di motivi – l’abbinamento di cravatte a righe con camicie a fantasia – è diventata parte integrante della moda maschile. Sebbene l’arte di mescolare i motivi possa essere divertente per i millennial di GQ, a me fa girare la testa. Quando si tratta di capire l’usura e quali sono i massimali per i tassi d’interesse, la questione è ugualmente allucinante.

Il caso in questione è quello di Madden contro Midland Funding, che riguarda la compravendita di prestiti bancari. Il tasso d’interesse e il contratto erano validi quando erano stati stipulati dalla banca nazionale, ma non erano validi quando erano stati acquistati da un consolidatore di debiti dei consumatori che cercava di riscuotere. La Corte d’Appello del Secondo Circuito ha ritenuto che l’acquirente della carta non potesse esportare il tasso d’interesse originato perché violava la legge dello Stato in cui viveva il mutuatario. I banchieri e altri osservano con attenzione l’appello del caso alla Corte Suprema degli Stati Uniti per scoprire se le battaglie sull’usura che si pensava fossero state vinte e risolte da tempo si stanno riaprendo.

E si stanno riaprendo. Non contenti di aspettare l’azione della Corte Suprema, ci sono cause in corso in tutta la contea sull’esportazione dei tassi d’interesse, sulla dottrina della validità al momento della produzione e sulla prelazione delle banche nazionali. Le banche nazionali e le loro affiliate (nella maggior parte dei casi società di carte di credito) possono applicare il tasso d’interesse legale dello Stato in cui hanno sede, senza tenere conto delle leggi sull’usura dello Stato di provenienza del consumatore. Questo perché il National Bank Act impedisce l’applicazione delle leggi sull’usura. Nel caso Madden, la corte d’appello ha ritenuto che, poiché l’acquirente del prestito non era una banca nazionale né agiva per conto della banca, la prelazione della NBA non era disponibile.

  Affidamento bancario cos è