Accantonamento cassa edile scritture contabili

di | 18/08/2022
Accantonamento cassa edile scritture contabili

Storno di accantonamenti contabili

Gli accantonamenti generali sono voci di bilancio che rappresentano i fondi accantonati da un’impresa come attività per far fronte a perdite future previste. Per le banche, un accantonamento generale è considerato un capitale supplementare ai sensi del primo Accordo di Basilea. Gli accantonamenti generali nei bilanci delle società finanziarie sono considerati un’attività a rischio più elevato, perché si presume implicitamente che i fondi sottostanti andranno in default in futuro.

Nel mondo degli affari, le perdite future sono inevitabili, che si tratti del calo del valore di rivendita di un bene, di prodotti malfunzionanti, di cause legali o di un cliente che non può più pagare quanto dovuto. Per far fronte a questi rischi, le aziende devono assicurarsi di avere abbastanza denaro da parte.

Tuttavia, le aziende non possono limitarsi a riconoscere un accantonamento ogni volta che lo ritengono opportuno. Devono invece attenersi a determinati criteri stabiliti dalle autorità di regolamentazione. Sia i principi contabili generalmente accettati (GAAP) sia gli International Financial Reporting Standards (IFRS) definiscono le linee guida per gli imprevisti e gli accantonamenti. I GAAP sono contenuti nelle Codifiche dei Principi Contabili (ASC) 410, 420 e 450, mentre gli IFRS sono contenuti nel Principio Contabile Internazionale (IAS) 37.

  Programmi contabilità gratis cassa e banca

Contabilità di accantonamento deutsch

Gli accantonamenti in contabilità sono un importo accantonato per coprire una spesa futura probabile o una riduzione del valore di un’attività. Esempi di accantonamenti sono gli accantonamenti, le svalutazioni di attività, i crediti inesigibili, gli ammortamenti, i crediti dubbi, le garanzie (garanzie sui prodotti), le imposte sul reddito, l’obsolescenza delle scorte, le pensioni, gli oneri di ristrutturazione e le indennità di vendita.

Spesso gli importi degli accantonamenti devono essere stimati. Nella rendicontazione finanziaria, gli accantonamenti vengono registrati come passività correnti nello stato patrimoniale e poi abbinati al conto di spesa appropriato nel conto economico.

Un fondo di riserva è tipicamente altamente liquido, in modo che i fondi possano essere utilizzati immediatamente, come in un conto di risparmio. Un esempio di entità che utilizza un fondo di riserva è un’associazione di proprietari di case. Potrebbe avere un fondo di riserva per le riparazioni non programmate. Non sanno esattamente a cosa serviranno queste riparazioni, né i costi precisi ad esse associati, ma sanno che prima o poi saranno necessarie. Le quote versate dai proprietari di casa manterranno il fondo pieno e gli interessi matureranno.

Feedback

A tre anni dalla sua vita utile di dieci anni, un bene viene rivalutato a 1.000 dollari utilizzando il metodo del costo di sostituzione ammortizzato. Il valutatore ha stabilito che il valore attuale della passività per l’ammortamento è ora di 100 dollari. Di conseguenza:

  Prescrizione contratto di finanziamento cassazione

33. Una variazione dell’accantonamento può anche indicare che la relativa attività deve essere rivalutata. Se è necessaria una rivalutazione, tutte le attività di quella classe devono essere rivalutate. Queste rivalutazioni sono prese in considerazione per determinare gli importi da rilevare nel conto economico o nelle altre componenti di conto economico complessivo (OCI).

Paragrafo 47: Il tasso (o i tassi) di attualizzazione deve essere un tasso (o tassi) al lordo delle imposte che rifletta le valutazioni correnti di mercato del valore temporale del denaro e dei rischi specifici della passività. Il tasso (o i tassi) di attualizzazione non deve riflettere i rischi per i quali le stime dei flussi finanziari futuri sono state rettificate.

In genere l’impatto è nullo, poiché la variazione dell’accantonamento è solitamente dovuta a variazioni di prezzo o di tempistica e viene trattata come una spesa di rivalutazione classificata come un altro flusso economico. Se la variazione dell’accantonamento è dovuta a un fabbisogno aggiuntivo o inferiore, l’importo avrà un impatto sul saldo fiscale.

Esempi di contabilità di accantonamento

Questo articolo necessita di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di contribuire a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova le fonti:  “Accantonamento” contabile – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (dicembre 2013) (Scopri come e quando rimuovere questo messaggio template)

  Cassa deposito e prestiti cos è

Nella contabilità finanziaria secondo gli International Financial Reporting Standards (IFRS), un accantonamento è un conto che registra una passività attuale di un’entità. La registrazione della passività nello stato patrimoniale dell’entità è abbinata a un conto di spesa appropriato nel conto economico dell’entità. Secondo i principi contabili generalmente accettati negli Stati Uniti (U.S. GAAP), un accantonamento è un costo. Pertanto, l'”accantonamento per imposte sul reddito” è un costo negli U.S. GAAP ma una passività negli IFRS.

Un accantonamento può essere una passività di durata o importo incerto. Una passività, a sua volta, è un’obbligazione attuale dell’entità derivante da eventi passati, per la cui estinzione si prevede un’uscita di risorse che incorporano benefici economici.[1]