Cosa significa prestito oneroso

di | 25/12/2022
Cosa significa prestito oneroso

Ias 37.66 contratti onerosi

Uno degli esempi più comuni di contratto sfavorevole riguarda gli immobili in locazione non più utilizzati. Con riferimento a tali beni in locazione, i canoni di sublocazione stimati devono essere considerati nella valutazione dell’accantonamento nella misura in cui tali canoni potrebbero essere ragionevolmente ottenuti per l’immobile, anche se non è intenzione della direzione aziendale sublocare o se i termini del contratto di locazione vietano la sublocazione. In entrambi i casi, i costi incrementali sono rilevati nel momento in cui vengono sostenuti.

Quando un’entità si impegna a pianificare l’uscita da un immobile in leasing, i canoni di sublocazione sono considerati nella valutazione di un fondo di leasing oneroso solo se la direzione ha il diritto di sublocare e se tali proventi sono probabili.

Gli IFRS richiedono la rilevazione di una perdita onerosa per i contratti esecutivi se i costi inevitabili per adempiere alle obbligazioni previste dal contratto superano i benefici economici che si prevede di ricevere in base ad esso.

Cosa significa oneroso in un contratto?

Contratto oneroso

Un contratto in cui i costi inevitabili per adempiere alle obbligazioni previste dal contratto superano i benefici economici che si prevede di ricevere in base ad esso.

Cosa significa oneroso in contabilità?

Un contratto oneroso è un termine contabile che si riferisce a un contratto il cui adempimento costerà all’azienda più di quanto riceverà in cambio. Il termine è utilizzato in molti Paesi del mondo, dove le autorità di regolamentazione internazionali hanno stabilito che tali contratti devono essere contabilizzati nei bilanci.

  Cosa vuol dire accredito bancario

Che cos’è il termine oneroso?

Definizione di oneroso

1 : che comporta, impone o costituisce un onere: un compito oneroso un regolamento oneroso un’ipoteca onerosa. 2 : avere obblighi legali che superano i vantaggi un contratto oneroso.

Significato oneroso

Le imprese che in precedenza applicavano l’approccio del “costo incrementale” dovranno rilevare accantonamenti maggiori e potenzialmente più consistenti per i contratti onerosi. Ciò fa seguito alle recenti modifiche apportate allo IAS 37 Accantonamenti, passività e attività potenziali, che chiariscono i tipi di costi che una società include come “costi di adempimento di un contratto” nel valutare se un contratto è oneroso.

In seguito al ritiro dello IAS 11 Commesse a lungo termine, le imprese applicano i requisiti dello IAS 37 per determinare se una commessa è onerosa. Tali requisiti specificano che un contratto è “oneroso” quando i costi inevitabili dell’adempimento delle obbligazioni contrattuali – ossia il minore tra i costi di adempimento del contratto e i costi di risoluzione dello stesso – superano i benefici economici.

Mentre lo IAS 11 specificava quali costi erano inclusi come costi di adempimento di un contratto, lo IAS 37 non lo faceva, il che ha portato a differenze nella pratica. Le modifiche apportate dall’International Accounting Standards Board affrontano questo problema chiarendo quali sono i costi che comprendono i costi di adempimento di una commessa.

Test del contratto oneroso

Un contratto oneroso è un contratto in cui il costo complessivo richiesto per adempiere all’accordo è superiore al beneficio economico che se ne ricava. Un contratto di questo tipo può rappresentare un grosso onere finanziario per un’organizzazione. Quando viene identificato un contratto oneroso, l’organizzazione deve rilevare l’obbligazione netta ad esso associata come un rateo passivo e una spesa di compensazione nel bilancio. Un contratto oneroso può sorgere in relazione alla vendita di merci, quando il prezzo di mercato scende al di sotto del costo richiesto per ottenere, estrarre o produrre una merce. Un altro esempio di contratto oneroso si ha quando il locatario è ancora obbligato a effettuare i pagamenti previsti dai termini di un leasing operativo, ma non utilizza più il bene. L’importo dei pagamenti residui del leasing, al netto di eventuali redditi da sublocazione, è considerato l’importo dell’obbligazione da rilevare come perdita.Esempio di contratto onerosoUna società stipula un contratto di locazione ventennale per una nuova sede aziendale, per un importo di 2 milioni di dollari di canoni annui. Poco dopo, l’azienda elimina la maggior parte delle sue divisioni nel corso di un importante ridimensionamento e non ha più bisogno di circa il 90% della superficie dell’edificio della sede centrale. Nonostante non ne abbia bisogno, l’azienda è tenuta a continuare a pagare i canoni di locazione fino al termine del contratto.

  A presto cosa significa

Contratto oneroso

Le imprese che in precedenza applicavano l’approccio del “costo incrementale” dovranno rilevare accantonamenti maggiori e potenzialmente più consistenti per i contratti onerosi. Ciò fa seguito alle recenti modifiche apportate allo IAS 37 Accantonamenti, passività e attività potenziali, che chiariscono i tipi di costi che una società include come “costi di adempimento di un contratto” nel valutare se un contratto è oneroso.

A seguito del ritiro dello IAS 11 Commesse a lungo termine, le imprese applicano i requisiti dello IAS 37 per determinare se una commessa è onerosa. Tali requisiti specificano che un contratto è “oneroso” quando i costi inevitabili dell’adempimento delle obbligazioni contrattuali – ossia il minore tra i costi di adempimento del contratto e i costi di risoluzione dello stesso – superano i benefici economici.

  Finanziamento unieuro cosa serve

Mentre lo IAS 11 specificava quali costi erano inclusi come costi di adempimento di un contratto, lo IAS 37 non lo faceva, il che ha portato a differenze nella pratica. Le modifiche apportate dall’International Accounting Standards Board affrontano questo problema chiarendo quali sono i costi che comprendono i costi di adempimento di una commessa.