Blog finanza e mercati

di | 05/02/2023
Blog finanza e mercati

Blog della Banca Mondiale

Sebbene l’inflazione annuale possa aver raggiunto il suo picco, rimane ai livelli che abbiamo visto per l’ultima volta all’inizio degli anni Ottanta. In effetti, la nostra misura preferita del trend dell’inflazione a medio termine – la variazione semestrale annualizzata dell’indice dei prezzi della spesa per consumi personali – è in aumento di quasi il 5%. Fortunatamente, i responsabili delle politiche si rendono conto della gravità della situazione e stanno aumentando rapidamente i tassi di interesse per recuperare il ritardo. I futures sui Fed fund prevedono un tasso di almeno il 3,5% entro la fine dell’anno, l’aumento più rapido in oltre 40 anni. Sarà sufficiente? In questo post affrontiamo questa domanda. La nostra conclusione è che i responsabili delle politiche dovranno agire in modo più aggressivo di quanto previsto dai mercati finanziari se si vuole che l’inflazione scenda all’obiettivo del 2% della Fed entro due anni. Il motivo è che l’inflazione ha un notevole slancio in avanti derivante da due fonti. In primo luogo, la tensione del mercato del lavoro e le elevate aspettative di inflazione a breve termine sembrano destinate a far salire l’inflazione salariale. In secondo luogo, vi è il continuo impatto dell’aumento dei prezzi delle abitazioni, sia per i proprietari che per gli affittuari. Quindi, mentre i prezzi dell’energia e altri fattori temporanei dell’attuale alta inflazione si stanno attenuando e le aspettative di inflazione a lungo termine rimangono ragionevolmente contenute, l’inflazione è attualmente destinata a rimanere ben al di sopra del 2%….

  Industria e finanza spa

Cosa sono i mercati finanziari

Essere bravi in finanza è una questione di educazione. Sia che siate alle prime armi con le finanze, sia che abbiate bisogno di nuove ispirazioni per accrescere il vostro patrimonio, potete rivolgervi ai blog di finanza e investimenti per imparare tutto ciò che riguarda la finanza.

Tuttavia, le sfaccettature della finanza sono così tante che una sola persona, o un solo blog, non le può coprire tutte. Per questo motivo, abbiamo messo insieme un elenco dei 10 migliori blog di finanza in India che coprono vari aspetti della finanza e vi forniscono informazioni aggiornate, consigli e idee per gestire al meglio le vostre finanze. Quindi, preparate i vostri segnalibri per i 10 migliori blog di finanza, investimenti e finanza personale in India.

Basavaraj Tonagatti gestisce Basunivesh, uno dei migliori blog finanziari in India. I blog trattano vari argomenti sui problemi di base che le persone devono affrontare nel mondo finanziario di oggi, come assicurazioni, investimenti, pianificazione fiscale e altro ancora.

GoodReturns si occupa di finanza personale. I contenuti sono disponibili in sei lingue: hindi, inglese, tamil, malayalam e telugu. È possibile accedervi da desktop, applicazioni mobili e web. Questo portale di finanza personale di OneIndia.com copre vari aspetti importanti della finanza personale, tra cui notizie economiche, mercati azionari, fondi comuni di investimento, tasse, banche, mercato del debito, ecc.

  Alta finanza ken follett

I migliori blog di investimento 2022

Benvenuti alla Newsletter sulle normative ESG del Nord America! L’obiettivo di questa newsletter è quello di informare gli operatori sulle normative ESG attuali e future e di fornire altre informazioni utili per navigare nel panorama normativo ESG in rapida evoluzione. Argomenti di tendenza (in collaborazione con Fintech Studios) La firma del Presidente Biden della legge sulla riduzione dell’inflazione…

Nella prima parte di questa serie, abbiamo scritto della maturazione del contesto normativo e dei crescenti rischi di privacy, sostenibilità e criminalità finanziaria. In questo blog esploriamo l’evoluzione dei rischi per la privacy legati ai metadati universalmente accessibili e i pericoli delle autorità centralizzate.    Con la lenta maturazione dell’ambiente delle criptovalute, il controllo normativo e le norme emergenti sul digitale…

Introduzione Le aziende dedicano risorse per proteggersi dalle frodi esterne, ma le risorse dedicate alle frodi interne sono sufficienti?  In altre parole, vengono destinate risorse sufficienti alla prevenzione e all’individuazione di fenomeni quali l’appropriazione indebita di beni, la corruzione o le frodi di bilancio?    Nello Studio Globale 2020 dell’Associazione degli Esaminatori Certificati di Frodi (ACFE) sulle frodi professionali…

Blog di investimento per principianti

Nel post della scorsa settimana abbiamo parlato del paradosso del privavy, ovvero del fatto che molte persone esprimono preoccupazione per la mancanza di privacy online, ma condividono ampiamente i dati personali su Internet e quando utilizzano dispositivi connessi. Ciò solleva la questione del perché non riusciamo a intraprendere azioni per proteggere la nostra privacy anche quando affermiamo di essere preoccupati per la mancanza di privacy.

  Dipartimento di finanza bocconi

È stato proposto che gli utenti di Internet siano ingenui e non capiscano come vengono utilizzati i loro dati. Questo forse era vero nei primi anni di vita dei social media, ma la consapevolezza dell’utilizzo dei dati da parte delle aziende tecnologiche è notevolmente migliorata. L’ignoranza non può quindi più essere invocata per spiegare il paradosso della privacy.

Un’idea più utile è stata proposta in un recente articolo di Acemoglu, Makhdoumi, Malekian e Ozdaglar. L’idea è che la privacy sia un bene pubblico: quando una persona protegge i propri dati privati, protegge anche la privacy degli altri.

I cittadini di molti Paesi esprimono sempre più spesso le loro preoccupazioni per la mancanza di privacy online. Nonostante queste preoccupazioni, la stragrande maggioranza delle persone condivide ampiamente i propri dati personali su Internet e quando utilizza dispositivi connessi.