Finanziamento da controllata a controllante

di | 28/01/2023
Finanziamento da controllata a controllante

Consolidamento Capogruppo Vendita di azioni di società controllate 915

Per “società di partecipazione finanziaria” si intende un istituto finanziario le cui controllate sono esclusivamente o principalmente istituti o istituti finanziari, di cui almeno una è un istituto, e che non è una società di partecipazione finanziaria mista. Potreste fornire maggiori indicazioni su cosa si intende per “principalmente”?

Per definire correttamente una “società di partecipazione finanziaria” siamo interessati a sapere quando esiste un gruppo di entità (di cui almeno una è un ente) composto principalmente da enti o istituzioni finanziarie. Ciò è necessario per l’ambito del consolidamento prudenziale e per l’applicabilità delle disposizioni del Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR), come descritto negli articoli 11(2) e 18(1).

Che cos’è il finanziamento sussidiario?

Finanziamento Sussidiario indica il finanziamento da effettuarsi con i proventi del Finanziamento fornito a ciascuna Entità ai sensi di un Contratto Sussidiario.

Come fa la società madre a finanziare la filiale?

Che cos’è una filiale? Nel mondo aziendale, una filiale è una società che appartiene a un’altra società, che di solito viene chiamata società madre o holding. La casa madre detiene una partecipazione di controllo nella società controllata, ossia possiede o controlla più della metà delle sue azioni.

Qual è un esempio di società controllata?

Le filiali vengono create o acquisite dalla società controllante. Nei casi in cui la società madre detiene il 100% delle azioni con diritto di voto, la struttura della società controllata viene definita “controllata al 100%”. Ad esempio, Walt Disney Entertainment possiede il 100% di Marvel Entertainment, che produce film.

  Quanto ci vuole per accettare un finanziamento

Rendiconto finanziario consolidato (informazioni sull’acquisto)

Il bilancio consolidato è il bilancio generale di una società madre che ha una o più controllate. In alcune circostanze, oltre al bilancio consolidato può essere richiesto anche il bilancio della sola società madre. L’esistenza di azionisti privilegiati, di accordi di prestito o di altro tipo o di altri requisiti speciali (ad esempio, i requisiti di rendicontazione per le entità senza scopo di lucro come i fornitori di servizi sanitari e i requisiti di rendicontazione statutaria per le holding non assicurative a valle) possono rendere necessaria la preparazione di un bilancio della società madre su base autonoma. Inoltre, come illustrato più avanti, la Regulation S-X Rule 5-04 richiede il bilancio della capogruppo (Schedule I) quando sono soddisfatte determinate condizioni.

Il bilancio della capogruppo non deve essere utilizzato come sostituto del bilancio consolidato. Il bilancio della capogruppo deve essere generalmente presentato nella stessa relazione con il bilancio consolidato dell’entità che redige il bilancio (ad esempio, i documenti SEC). L’ASC 810-10-45-11 costituisce la base autorevole per i bilanci delle società madri secondo gli US GAAP:

Unità 5 Società interamente controllate al momento dell’acquisizione

1Ci sono almeno tre ragioni per utilizzare il caso di Saint-Gobain per analizzare l’importanza contemporanea del credito inter-aziendale tra società non finanziarie. La prima ragione è la forte presenza internazionale del gruppo fin dalla metà del XIX secolo. La Germania, che era solo uno dei Paesi in cui il Gruppo è stato fondato, ha svolto un ruolo fondamentale grazie alle partnership create con altre imprese e agli investimenti in nuovi impianti e attrezzature. Tutta questa attività è stata gestita dalla filiale tedesca del Gruppo, Vereinigte Glaswerke (Vegla), con sede ad Aquisgrana. La seconda ragione è il ricorso al credito commerciale e ai prestiti intercompany per finanziare le attività. Vegla concedeva crediti commerciali ai clienti e li otteneva dai fornitori. I prestiti intersocietari sono stati concordati tra la filiale tedesca e la casa madre a Parigi. La terza ragione è quella di poter accertare il ruolo di Saint-Gobain nel credito inter-aziendale. Si tratta di un gruppo francese, ma il suo sviluppo internazionale mostra una forte attenzione alla Germania. Tuttavia, gli studi econometrici contemporanei mostrano che il ricorso al credito inter-aziendale è maggiore nell’Europa occidentale e meridionale, compresa la Francia, rispetto alla parte più continentale dell’Europa, compresa la Germania.1 La domanda è: quale modello segue Saint-Gobain? Tali ricerche econometriche si basano generalmente su dati molto recenti, risalenti all’ultimo decennio o giù di lì. Possiamo utilizzare la stessa analisi per un periodo precedente?

  Scrittura privata finanziamento infruttifero

Trading infra-gruppo e Bilancio consolidato

La maggior parte delle “società” è costituita da una miriade di società a responsabilità limitata. Di solito c’è una holding “al vertice” e poi molte filiali. Questo vale a prescindere dalla struttura proprietaria, per cui le società quotate in borsa hanno una “plc” al vertice (o l’equivalente internazionale) e le società private hanno una casa madre. Alcune società statunitensi operano a nome della casa madre quotata, ma quando si tratta di investimenti all’estero c’è quasi sempre una rete di società a responsabilità limitata costituite all’estero, spesso con holding specifiche per ogni paese. L’organigramma di alcuni gruppi costituiti tramite acquisizione può essere sconcertante.

  Finanziamento soci infruttifero comunicazione agenzia entrate

Così come il gruppo nel suo complesso avrà un mix di debito e capitale, anche ogni filiale avrà un mix, e man mano che la filiale effettua investimenti e operazioni commerciali, avrà un flusso di cassa che deve essere finanziato o, a un certo punto, estratto. Quindi per ogni filiale c’è una decisione iniziale di finanziamento e poi si deve trovare un metodo per gestire il finanziamento giornaliero.

La Figura 1 (sotto) mostra alcune delle alternative disponibili. La casa madre (grazie alle fonti di capitale esterno, agli utili non distribuiti e al debito bancario o di altro tipo) può sottoscrivere sia capitale che debito per finanziare la filiale. Può anche convincere una banca (o un altro finanziatore) a concedere un prestito diretto alla filiale.