Unione imprenditori e lavoratori socialisti

di | 11/03/2023
Unione imprenditori e lavoratori socialisti

Il socialismo

La Commissione europea ha proposto una strategia digitale per affrontare alcuni di questi cambiamenti, ma noi vogliamo andare oltre. Vogliamo che le questioni digitali siano integrate in tutti gli aspetti della vita europea – una vera Unione digitale.

Vogliamo garantire che la digitalizzazione delle nostre società ed economie possa essere sfruttata per promuovere i nostri valori fondamentali e proteggere la libertà, la giustizia, il pluralismo, l’accessibilità e la solidarietà. L’innovazione digitale deve essere sviluppata in modo da aiutare le comunità a prosperare e a promuovere la dignità umana, l’autodeterminazione, lo Stato di diritto, la privacy, la diversità etnica e culturale, la libertà di parola e la democrazia.

Poiché le questioni digitali sono trasversali e collegano molti settori diversi, tra cui il mercato unico e le politiche industriali, vogliamo assicurarci che tutti i responsabili politici, i sindacati, le parti sociali e culturali, la società civile e gli imprenditori lavorino insieme per affrontare i diversi aspetti dell’economia digitale in linea con i nostri valori socialdemocratici e la nostra visione.

Soluzioni intelligenti di tecnologia dell’informazione e della comunicazione collegheranno Paesi, regioni, città, comunità rurali, imprese e cittadini in tutta Europa per migliorare la qualità della nostra vita in modo efficiente dal punto di vista delle risorse.

Autogestione dei lavoratori

Questo articolo necessita di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di contribuire a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova le fonti:  “Workers’ control” – news – newspapers – books – scholar – JSTOR (November 2015) (Learn how and when to remove this template message)

  Agevolazioni finanziarie per giovani imprenditori

Il controllo dei lavoratori è la partecipazione alla gestione delle fabbriche e di altre imprese commerciali da parte delle persone che vi lavorano. È stato variamente sostenuto da anarchici, socialisti, comunisti, socialdemocratici, distributisti e democristiani, ed è stato combinato con vari sistemi socialisti e di economia mista.

I consigli dei lavoratori sono una forma di controllo dei lavoratori. Il comunismo consiliare, come quello dell’inizio dell’Unione Sovietica, sostiene il controllo dei lavoratori attraverso i consigli dei lavoratori e i comitati di fabbrica. Il sindacalismo sostiene il controllo dei lavoratori attraverso i sindacati. Il socialismo delle corporazioni sostiene il controllo dei lavoratori attraverso la rinascita del sistema delle corporazioni. L’economia partecipativa rappresenta una recente variazione dell’idea di controllo operaio.

I sindacati nella Russia sovietica

“288 Grad Consulting è un think and do tank che mira a trovare soluzioni innovative per risolvere la crisi climatica. Abbiamo accesso a una rete internazionale di leader di pensiero e leader di primo piano e comprendiamo di cosa hanno bisogno le organizzazioni e le aziende per partecipare al processo di decarbonizzazione. I nostri clienti possono avvalersi della nostra competenza ed esperienza per iniziare la loro transizione verso la neutralità climatica. Aiutiamo a comprendere meglio la sfida della decarbonizzazione all’interno e all’esterno delle rispettive organizzazioni. Ci piace creare lo spazio necessario per trasformare i cambiamenti radicali in realtà – per e con i pionieri che guidano la transizione climatica.

Sin dall’inizio, 4PDIH (acronimo di Public, Private, People Partnership Digital Innovation Hub), istituito dall’Università di Lubiana con la collaborazione dell’Associazione delle città e dei comuni della Slovenia (SOS) e dei suoi partner, ha svolto una serie di attività nel campo della trasformazione digitale dell’economia e della società, in particolare: test pre-investimento (utilizzando attrezzature di proprietà di organizzazioni di ricerca), competenze e formazione (organizzate per aziende, dipendenti pubblici e comunità), supporto nella ricerca di investitori (attraverso progetti UE e consulenza su gare d’appalto nazionali e internazionali esistenti) ed ecosistema dell’innovazione e networking (attraverso la cooperazione e il networking con organizzazioni, iniziative e partnership nazionali e internazionali esistenti). 4PDIH è un DIH acclamato a livello nazionale e ha ricevuto il Seal of Excellence nel bando del programma DEP EDIH.

  Finanziamenti banche per giovani imprenditori

Socialismo di corporazione

Esiste una vasta letteratura sul movimento operaio. Gli scrittori classici, nella tradizione di Adam Smith, si sono occupati per primi dello “svantaggio del lavoro”; i socialisti hanno sviluppato le loro “teorie dello sfruttamento”. Nella sostanza, entrambe le dottrine sono strettamente correlate, anche se possono differire nella forma e nell’aspetto. Gli economisti classici si esprimevano in modo molto più gentile parlando di “svantaggio del lavoro”; i socialisti lo chiamano senza mezzi termini “sfruttamento”. La dottrina classica ha indubbiamente dato vita alla teoria socialista, ma più avanti nel secolo quest’ultima ha dato conforto e sostegno alla prima. Molti scrittori che, per varie ragioni, esitavano a proclamare la teoria dello sfruttamento, si sentirono incoraggiati a sposare la più blanda teoria del vantaggio dei datori di lavoro e dello svantaggio del lavoro.

La teoria dello sfruttamento è una delle teorie economiche più portentose mai concepite. Ha dato vita al socialismo moderno ed è stata la culla di molti sindacati. Soprattutto, costituisce il punto focale della fatidica questione dell’organizzazione della società umana. Afferma che tutti i beni economici sono il prodotto del lavoro umano. Ma i lavoratori non ricevono l’intero prodotto dei loro sforzi; una parte va ai prestatori e ai capitalisti e un’altra può andare agli imprenditori. Questi ultimi, in quanto datori di lavoro, utilizzano l’istituzione della proprietà privata e il sistema contrattuale per accaparrarsi una parte del prodotto dei lavoratori. I datori di lavoro sfruttano la situazione che costringe i lavoratori a sottomettersi allo sfruttamento per fame e mancanza di lavoro. Come dottrina consapevole e integrata, questa spiegazione era il seguito logico della teoria del valore del lavoro, secondo la quale il lavoro è l’origine e la fonte del valore delle merci. In particolare, le teorie del valore di Adam Smith e soprattutto di David Ricardo costituivano la base teorica su cui i socialisti potevano erigere le loro dottrine dello sfruttamento1.

  Finanziamenti regione lombardia per giovani imprenditori