Credito imposta investimenti pubblicitari

di | 19/02/2023
Credito imposta investimenti pubblicitari

Impatto del gst sul marketing digitale indiano

Lo schema è solo una delle iniziative dell’Advertising Association per incrementare la spesa pubblicitaria e riattivare la crescita del mercato. L’ente industriale ritiene che incoraggerebbe anche le aziende che attualmente non fanno pubblicità, in genere le PMI, a investire in pubblicità.

L’appello giunge mentre l’ultimo rapporto AA/Warc Expenditure Report mette a nudo gli effetti devastanti del blocco, con una previsione di crollo della spesa nel secondo trimestre pari al 39,1%. Ogni mezzo di comunicazione – anche i canali digitali, precedentemente rivestiti di teflon – sta affrontando cali a due cifre in aprile, maggio e giugno.

I dati sono sconfortanti per tutti i canali: la ricerca su Internet è scesa del 29,6%, la pubblicità online (-31,8%), la TV (-46,6%), la radio (-44,1%), le testate nazionali (-45,3%), l’out-of-home (-52,6%) e il direct mail (-45%). Tuttavia, la più colpita è la pubblicità al cinema, che, a causa del blocco, ha registrato un calo del 100%.

Il rapporto stima che il Q3 sarà in calo del 24,3%, mentre il Q4 registrerà un calo dell’8,9%. La spesa pubblicitaria dovrebbe tornare a crescere nel 2021 con un aumento del 13,6%, ma i livelli assoluti di investimento non dovrebbero superare il totale del 2019.

Luogo di prestazione dei servizi pubblicitari

Con l’introduzione dell’imposta sui servizi su tutti i servizi (diversi da quelli inclusi nella lista negativa) a partire dal 1° luglio 2012, l’imposta sui servizi è stata applicata a tutti gli aspetti dei servizi pubblicitari, ad eccezione della vendita di spazi o tempo per la pubblicità in alcuni casi.    Di conseguenza, la vendita di fasce orarie tra programmi trasmessi in televisione, la vendita di spazi su cartelloni pubblicitari e simili non erano soggetti a imposta. Tuttavia, a partire dal 1° ottobre 2014, la lista negativa è stata modificata per limitare la non imponibilità alla vendita di spazi sulla carta stampata e tutte le altre modalità di vendita di spazi/tempi sono state fatte rientrare nella rete dell’imposta sui servizi.

  Azimut consulenza per investimenti sim spa

La GST è applicabile a tutte le modalità di pubblicità, compresa la vendita di spazi sulla carta stampata. Se da un lato ciò comporta un aumento dei flussi di cassa in uscita, dall’altro il libero flusso di crediti sul fronte degli acquisti porta a una riduzione complessiva del valore della pubblicità.

a. GST sulla pubblicità attraverso i media digitali In queste transazioni sono coinvolte due parti: l’inserzionista e l’editore.     L’inserzionista – chi vuole pubblicizzare un prodotto, un’idea, un sito web, un’applicazione mobile, ecc; l’editore – chi pubblica questi annunci.    L’annuncio può essere pubblicato su vari mezzi digitali come siti web, e-mail o SMS. La pubblicità sui media digitali è soggetta a GST al tasso del 18%. Esempio Il proprietario di un sito web vende uno spazio sul suo sito a un’entità commerciale.    Se il proprietario del sito web addebita 100.000 rupie per la vendita di tale spazio (chiamato anche banner), la GST da pagare sarà di 18.000 rupie (100.000 x 18%).

Gst negli annunci di facebook

La legge spagnola non prevede sgravi fiscali specifici per gli investitori stranieri. Le agevolazioni possono essere usufruite sia da imprese spagnole che da imprese di proprietà straniera. Gli sgravi fiscali previsti dalla legge sul trasporto di valuta in Spagna sono i seguenti.

  Investimenti con maggior rendimento

La maggior parte degli sgravi fiscali stabiliti per promuovere determinati investimenti è stata eliminata. Tuttavia, sono stati mantenuti i principali tipi di sgravi fiscali (esenzione/deduzione fiscale per evitare la doppia imposizione interna e internazionale, credito d’imposta per la R&S e credito d’imposta per l’innovazione tecnologica).

È possibile usufruire di un credito d’imposta del 25% per le spese sostenute per le attività di ricerca e sviluppo. Se le spese sono superiori alla media delle spese di R&S sostenute dall’azienda nei due anni precedenti, il credito d’imposta è del 42% per l’importo in eccesso.

I crediti d’imposta per la R&S e l’innovazione tecnologica possono essere esclusi dai limiti dei crediti d’imposta applicati ai debiti fiscali (vedi sotto Limiti dell’importo del credito d’imposta applicato), che avranno un costo pari al 20% dei crediti d’imposta applicati, il che significa che, se sono soddisfatti determinati requisiti, l’80% dei crediti d’imposta per la R&S e l’innovazione tecnologica può ridurre a zero il debito d’imposta dopo le doppie deduzioni fiscali e le detrazioni d’imposta, e l’eventuale eccedenza dei crediti d’imposta (fino all’80%) può essere rimborsata dalle autorità fiscali.

Tassazione del marketing digitale

Il richiedente può presentare una domanda successiva dopo la scadenza del primo periodo di due anni. Il richiedente non può richiedere più della differenza tra il limite di 20.000 dollari a vita e l’importo precedentemente richiesto, più qualsiasi importo in sospeso attualmente riservato al richiedente o a una persona collegata.

  Monte dei paschi di siena investimenti

Se la crescita della microimpresa è destinata a beneficiare più di un individuo coinvolto attivamente nella microimpresa, ogni individuo deve presentare una domanda separata, fare riferimento all’altro individuo che ha presentato domanda per la stessa microimpresa al momento della compilazione della domanda e dividere di conseguenza gli importi stimati del nuovo investimento e della nuova occupazione.

La domanda deve essere presentata da un singolo individuo e tutte le voci della Parte 1 della domanda devono essere correttamente compilate. Se uno di questi elementi viene omesso o è incompleto, la data di presentazione della domanda verrà modificata in base alla data di ricezione dell’ultimo di questi elementi.

La data di presentazione della domanda determina l’anno di riferimento per il calcolo dell’occupazione e degli investimenti. La data di presentazione della domanda sarà utilizzata per determinare la priorità per l’autorizzazione dei benefici previsti dal progetto. Sono disponibili almeno 2 milioni di dollari per ogni anno solare fino al 2032.