Allattare al seno un investimento per la vita

di | 22/03/2023
Allattare al seno un investimento per la vita

PERCHÉ IL SENO È MEGLIO

Una nuova ricerca dimostra che basterebbe un investimento di soli 4,70 dollari per neonato nei prossimi 10 anni per aumentare la percentuale di bambini sotto i sei mesi allattati esclusivamente al seno ad almeno il 50%, l’obiettivo globale.

Salvare mezzo milione di vite di bambini non è un risultato che un governo o un’organizzazione possono raggiungere da soli. Il tema della Settimana mondiale dell’allattamento al seno di quest’anno, “Sostenere l’allattamento al seno insieme”, sottolinea la collaborazione necessaria per stabilire una nuova norma per l’allattamento al seno in tutto il mondo. Per farlo, dobbiamo fare in modo che tutti – dai responsabili politici e dai governi ai mariti e alle famiglie delle madri che allattano – ne comprendano i benefici unici.

Per cominciare, l’allattamento al seno salva vite umane riducendo i decessi causati da diarrea e polmonite, due delle principali cause di mortalità infantile nel mondo. L’allattamento al seno è un metodo efficace (ed economico) per dare ai neonati e ai bambini la capacità di superare le malattie.

L’allattamento al seno favorisce anche lo sviluppo e la capacità cerebrale. In media, i bambini allattati al seno in modo ottimale tendono ad avere punteggi di QI più alti rispetto ai loro coetanei non allattati al seno. Questo si traduce in una migliore preparazione e rendimento scolastico e in una maggiore produttività e guadagno più avanti nella vita. Se moltiplicato per una nazione, l’impatto economico è stupefacente.

  Strategie di investimento per il lungo termine

Campagna per l’allattamento al seno

Per rispondere alla crisi globale della fame in un anno di bisogni senza precedenti, il Programma Alimentare Mondiale sostiene l’allattamento al seno in tutto il mondo, fornendo alle donne in gravidanza e in allattamento alimenti nutrienti specializzati per prevenire e curare la malnutrizione.

Nei contesti di insicurezza alimentare, i tassi di mortalità sono più alti tra i bambini piccoli. Ad esempio, durante la carestia in Somalia nel 2011, più della metà del numero stimato di morti evitabili si è verificato tra i bambini di età inferiore ai 5 anni.

Il modo in cui un bambino viene nutrito durante la gravidanza fino al secondo anno di vita è fondamentale per la sua crescita e per una vita sana da adulto. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi e l’allattamento continuato almeno fino ai due anni di età.

I bambini allattati al seno hanno meno probabilità di essere sovrappeso o obesi da adolescenti e bambini. Avranno risultati migliori a scuola, non da ultimo grazie a una migliore frequenza. L’allattamento al seno è un investimento in “capitale umano”.

La creazione di capitale umano – la somma di salute, competenze, conoscenze ed esperienze di una popolazione – è sempre più riconosciuta come il principale motore di una crescita economica sostenibile e inclusiva a lungo termine. Un allattamento al seno inadeguato costa all’economia globale quasi 1 miliardo di dollari al giorno a causa della perdita di produttività e dei costi sanitari.

  Società d investimento a capitale fisso

Allattamento al seno in tempo di Covid-19

Una buona alimentazione inizia con l’allattamento al seno esclusivo (solo latte materno) per circa i primi sei mesi di vita, come raccomandato dall’American Academy of Pediatrics’ Policy on Breastfeeding iconexternal. Mentre quasi 6 neonati su 10 (57,6%) stanno ancora allattando al seno a 6 mesi di età, solo 1 su 4 lo fa in modo esclusivo.

I bambini allattati al seno hanno un rischio ridotto di asma, obesità, diabete di tipo 2, infezioni alle orecchie e alle vie respiratorie e sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS). L’allattamento al seno può anche contribuire a ridurre il rischio di ipertensione, diabete di tipo 2 e cancro alle ovaie e al seno.

Tutti i settori della società (famiglia e amici, ospedali, uffici/cliniche sanitarie, strutture di assistenza all’infanzia, organizzazioni comunitarie e luoghi di lavoro) possono svolgere un ruolo nel migliorare la salute delle famiglie sostenendo l’allattamento al seno. Per raggiungere i loro obiettivi di allattamento al seno, le madri hanno bisogno di sistemazioni sul posto di lavoro e di continuità di cura attraverso servizi di allattamento al seno coerenti, collaborativi e di alta qualità. Hanno bisogno del sostegno dei loro medici, dei consulenti per l’allattamento e dei peer counselor.

Assistente infermieristica del padre

Altri punti di forza sono il fatto che la sua progettazione e il suo sviluppo includono una piattaforma per condividere le esperienze dei Paesi in materia di investimenti e l’opportunità di identificare le lacune di dati/informazioni che potrebbero essere affrontate con ulteriori ricerche nel settore. La ricerca contribuisce inoltre a fornire un’agenda di ricerca prioritaria sull’IYCF per le iniziative delle agenzie internazionali e nazionali, come nel caso della nutrizione materno-infantile. I limiti del nostro studio includono il fatto che mancano ricerche aggiornate che supportino le stime dei costi a livello di programma per ridurre l’IYCF subottimale; c’è un urgente bisogno di aggiornare ed estendere i precedenti studi economici sugli interventi per aumentare l’allattamento al seno, come quelli di Horton e colleghi [40,48]. La Banca Mondiale ha fornito solidi dati standardizzati sui costi unitari per la promozione dell’IYCF in Scaling Up Nutrition; tuttavia, dati più dettagliati sui costi provenienti da un recente lavoro sul campo sono fondamentali per l’attuazione della gamma di interventi efficaci e conosciuti per aumentare l’allattamento al seno:

  Oro da investimento quotazione