Utilizzo imposte anticipate su perdite fiscali scritture contabili

di | 17/08/2022

Come registrare le imposte differite attive

In conformità all’ASC 805-740-25-3, la rilevazione di attività e passività fiscali differite è richiesta per quasi tutte le differenze temporanee e per i riporti e i crediti d’imposta acquisiti. Le eccezioni includono le differenze temporanee per l’avviamento non deducibile (vedere TX 10.8.3) e, in determinate circostanze, la differenza di base acquisita tra il valore contabile delle attività nette (o dell’investimento) della controllata nel bilancio della controllante e la sua base nelle azioni della controllata (definita anche differenza di base esterna) (vedere TX 11). Queste attività possono sembrare simili all’avviamento, ma sono significativamente diverse nella loro natura perché, a differenza dell’avviamento, non rappresentano valori residui. Pertanto, le differenze tra il valore contabile e il valore fiscale di tutte le attività immateriali identificabili acquisite sono differenze temporanee per le quali occorre prevedere imposte differite.

Esempio di registrazione nel giornale delle imposte differite

L’imposta differita è un’attività o una passività fittizia che riflette la tassazione del reddito d’impresa su una base uguale o più simile alla rilevazione degli utili rispetto al trattamento fiscale. Le passività fiscali differite possono derivare da un trattamento fiscale delle spese in conto capitale più rapido rispetto al trattamento contabile degli ammortamenti. Le imposte differite attive possono derivare dal riporto di perdite nette, che vengono registrate come attività solo se si ritiene più probabile che l’attività venga utilizzata nei periodi fiscali futuri. I diversi Paesi possono anche consentire o richiedere l’attualizzazione delle attività o in particolare delle passività. Spesso sono previsti obblighi di informativa per le passività e le attività potenziali che non vengono effettivamente rilevate come attività o passività.

  Imposte tasse e contributi scienza delle finanze

Se una voce del conto economico non è mai imponibile o deducibile ai fini fiscali o è imponibile o deducibile ai fini fiscali ma non compare mai nel conto economico, si tratta di una differenza permanente. Una differenza permanente non dà luogo a imposte differite.

Storno di attività fiscali differite

Questo esempio illustra le conseguenze della rilevazione di importi non attualizzati di attività fiscali differite e il vantaggio di pensare in termini di valore attuale. L’esempio è di supporto al nostro articolo “Le imposte differite non riflettono il valore economico – Vodafone”.

Ecco i dati e le relative imposte differite, ipotizzando che il recupero delle imposte differite attive avvenga nell’arco di 5 anni e sia ritenuto probabile in ogni periodo. Abbiamo ipotizzato che la perdita non possa essere compensata con tutti gli utili futuri. Questo è un caso abbastanza comune e può essere dovuto a vari fattori.

  Prestito poste per ristrutturazione

Attività per imposte differite in partita doppia

Gli sviluppi normativi e legislativi negli Stati Uniti e all’estero hanno generato un continuo interesse per il quadro contabile e di reporting finanziario, compresa la contabilizzazione delle imposte sul reddito. La comprensione della contabilità delle imposte differite è fondamentale per il quadro contabile delle imposte sul reddito. In questa pubblicazione forniamo un aggiornamento del modello di contabilizzazione delle imposte differite e del motivo per cui le imposte differite sono una misura importante all’interno del bilancio. Il modello di contabilizzazione delle imposte sul reddito si applica solo alle imposte basate sul reddito, escludendo quindi alcune altre imposte, come quelle basate sul reddito lordo o alcune imposte transazionali. La presente trattazione riguarda in particolare i concetti contabili previsti dai principi contabili generalmente accettati negli Stati Uniti (US GAAP), sebbene alcuni elementi possano essere applicati anche in base agli International Financial Reporting Standards (IFRS) o ad altri principi contabili non statunitensi.

  Da postepay a conto corrente bancario

In parole povere, il modello delle imposte differite consente di rilevare le conseguenze fiscali attuali e future del reddito contabile o della perdita generata dall’impresa nello stesso periodo di riferimento, fornendo una misura completa dell’utile netto. Un’imposta differita rappresenta spesso la differenza matematica tra il valore contabile (ossia l’importo registrato nel bilancio contabile di un’attività o di una passività) e la corrispondente base imponibile (determinata in base alle leggi fiscali della giurisdizione in questione) dell’attività o della passività, moltiplicata per l’aliquota legale dell’imposta sul reddito della giurisdizione applicabile.