Surroga di un prestito

di | 20/03/2023
Surroga di un prestito

Clausola di surrogazione

L’ipoteca è un diritto di garanzia collegato a un bene immobile e pagato con denaro preso in prestito. Questo diritto di garanzia agisce come una sorta di garanzia per il rimborso di un prestito preso in prestito da una banca o da un altro istituto finanziario, al fine di pagare l’immobile.

Un esempio è dato dal caso in cui una persona voglia acquistare una casa, ma non abbia abbastanza denaro per acquistarla da sola. Una banca o un altro istituto di credito fornisce il denaro necessario per l’acquisto della casa o dell’immobile e viene iscritta un’ipoteca sulla proprietà. In questo modo, se il mutuatario è inadempiente, il mutuante ha il diritto di entrare in possesso dell’immobile.

Il termine surrogazione si riferisce a un concetto ampio associato ai rimedi equitativi. Il diritto di surrogazione consente di sostituire il creditore con un’altra parte, al fine di ottenere il recupero dei danni o delle perdite dal debitore. A questa parte sostituita vengono quindi riconosciuti i diritti del creditore nei confronti del debitore. In quanto tale, può recuperare direttamente dal debitore. In sostanza, il terzo ottiene questi diritti dal creditore quando paga l’intero importo dovuto al creditore.

Qual è un esempio di surrogazione?

Un esempio di surrogazione si ha quando l’auto di un assicurato viene distrutta per colpa di un altro conducente. La compagnia assicurativa rimborsa il conducente coperto in base ai termini della polizza e poi intraprende un’azione legale contro il conducente colpevole.

  Giocatori in prestito real madrid

Qual è lo scopo della surrogazione?

In parole povere, la surrogazione protegge voi e il vostro assicuratore dal pagamento di danni non imputabili a voi. È comune nelle polizze auto, malattia e casa. Consente all’assicuratore di perseguire la persona colpevole per recuperare il denaro pagato per un sinistro non imputabile all’assicurato.

Mutuo di surroga

Se volete migliorare i termini e le condizioni del vostro mutuo ma non riuscite a farlo negoziando con la vostra banca, potete trasferire il vostro mutuo a un’altra banca. Questo processo si chiama surrogazione del creditore.

In una surroga del creditore, è possibile modificare il tasso di interesse applicabile, la durata del mutuo o entrambi. Se si desidera modificare ulteriori condizioni, è possibile concordare una novazione in anticipo con la banca ed effettuarla una volta che il mutuo è stato surrogato.

Le spese per la surroga del mutuo sono superiori a quelle per la novazione, ma molto inferiori a quelle per l’accensione di un nuovo mutuo. Se la surroga è stata concordata ed è inclusa nell’atto, dovrete pagare all’istituto di credito originario una commissione di cancellazione, oltre alle spese notarili, di registrazione e di gestione dell’atto di surroga, anche se queste sono molto inferiori a quelle di un nuovo mutuo.

Significato della surrogazione

Tutti i professionisti e gli investitori immobiliari conoscono il concetto di priorità dei privilegi.    Come regola generale, quando ci sono più vincoli registrati contro una proprietà, quello registrato per primo è “superiore” a quello registrato successivamente, che, a sua volta, è “subordinato” a quello registrato per primo.    Questa “gerarchia” dei vincoli diventa fondamentale se un vincolo viene pignorato, poiché al termine del pignoramento tutti i vincoli subordinati al vincolo pignorato vengono eliminati.

  Nessuno mi fa un prestito

Una notevole eccezione alla regola generale sopra esposta si ha quando si applicano le dottrine correlate, ma distinte, della “surrogazione equitativa” e della “dottrina della sostituzione”.    La surrogazione equitativa è “la sostituzione di un’altra persona al posto di un creditore, in modo che la persona a favore della quale viene esercitata succeda ai diritti del creditore in relazione al debito”.    Sourcecorp Inc. v. Norcutt, 229 Ariz. 270 (2012).    La Corte nella causa Sourcecorp ha spiegato che il rimedio della surrogazione equitativa è “concepito per evitare che una persona riceva un guadagno non meritato a spese di un’altra” e che “la regola generale è che una persona che ha un interesse nella proprietà e che paga un’ipoteca per proteggere il suo interesse è surrogata nei diritti e nelle limitazioni della persona pagata”.

Subordinazione e surrogazione

Se siete coinvolti in un qualsiasi aspetto del settore immobiliare, prima o poi vi imbatterete nel termine “surrogazione”. Il più delle volte compare nei contratti di locazione, ma si può trovare anche in mutui, polizze assicurative, garanzie e altri accordi. L’espressione può comparire in un documento in cui una parte accetta di “rinunciare al proprio diritto di surrogazione” o in cui si afferma che una parte è “surrogata nelle pretese di un’altra”.

  Si puo chiedere un prestito con la naspi

In parole povere, il diritto di surrogazione è il diritto di perseguire le richieste di risarcimento di qualcun altro. Se si è surrogati in una richiesta di risarcimento, sembra che si sia in qualche modo subordinati ad essa, ma non è questo il significato. Significa che potete perseguirla come se fosse vostra. Può sorgere per accordo esplicito delle parti o automaticamente per effetto della legge.

Dagli esempi sopra citati risulta evidente che la surrogazione si verifica più spesso quando qualcuno rimborsa la perdita di un altro o paga l’obbligazione di un altro. Per garantire l’equità, la legge assegna il credito alla parte che ha effettuato il pagamento, in modo che questa possa perseguirlo per ripagarsi.