Acquisto oro usato da privati contabilita

di | 29/12/2022

Arbitraggio dell’oro

Gli investimenti in oro e argento non sono garantiti dalla Banca e sono soggetti a rischi di investimento. Il valore degli investimenti e le spese amministrative possono aumentare o diminuire a seconda delle fluttuazioni dei mercati internazionali e/o locali dell’oro e dell’argento e del mercato dei cambi.

Le spese di servizio vengono maturate mensilmente e addebitate sul conto ogni anno alla fine dell’anno o alla chiusura del conto. In caso di chiusura del conto, le spese di servizio saranno calcolate su base proporzionale. Le spese di servizio sono soggette all’applicazione della GST.

Le spese di servizio verranno maturate mensilmente e addebitate sul conto ogni anno alla fine dell’anno o alla chiusura del conto. In caso di chiusura del conto, le spese di servizio saranno calcolate su base proporzionale. La tassa di servizio è soggetta a GST.

La GST non viene applicata alla vendita e all’acquisto di oro e argento tramite GSA e SSA. Tuttavia, le spese di servizio per GSA e SSA sono soggette a GST e la GST viene addebitata in grammi d’oro e once d’argento dai conti alla fine dell’anno.

Oro e obbligazioni

Molti investitori preferiscono possedere oro e argento fisici anziché fondi negoziati in borsa (ETF) che investono in questi metalli preziosi. Mentre le implicazioni fiscali del possesso e della vendita di ETF sono molto semplici, non molti comprendono appieno le implicazioni fiscali del possesso e della vendita di lingotti fisici. Di seguito viene descritta la tassazione di questi investimenti, i requisiti per la dichiarazione dei redditi, il calcolo della base di costo e i modi per compensare eventuali oneri fiscali derivanti dalla vendita di oro o argento fisico.

  Finanziamenti a fondo perduto per privati

I metalli preziosi come l’oro, l’argento, il platino, il palladio e il titanio sono considerati dall’Internal Revenue Service (IRS) come beni strumentali classificati come oggetti da collezione. Il possesso di questi metalli, indipendentemente dalla loro forma (monete, lingotti, monete rare o lingotti), è soggetto all’imposta sulle plusvalenze. L’imposta sulle plusvalenze è dovuta solo dopo la vendita di tali partecipazioni e se queste sono state detenute per più di un anno.

Mentre molti titoli finanziari negoziabili, come azioni, fondi comuni d’investimento ed ETF, sono soggetti ad aliquote d’imposta sulle plusvalenze a breve o lungo termine, la vendita di metalli preziosi fisici è tassata in modo leggermente diverso. Le partecipazioni fisiche in oro o argento sono soggette a un’imposta sulle plusvalenze pari all’aliquota fiscale marginale, fino a un massimo del 28%. Ciò significa che le persone che rientrano nelle fasce fiscali del 33%, 35% e 39,6% devono pagare solo il 28% sulle vendite di metalli preziosi fisici. I guadagni a breve termine sui metalli preziosi sono tassati secondo le aliquote ordinarie.

Cosa sono i lingotti d’oro

Le persone acquistano oro per vari motivi, che si tratti di occasioni propizie o dell’amore per gli ornamenti. D’altra parte, l’oro sembra essere anche una delle opzioni di investimento preferite da molte persone, dato che non ci sono restrizioni sulla quantità di oro che un individuo può detenere. In questo caso, per oro non si intendono solo i gioielli, ma anche le monete d’oro, i lingotti d’oro e altre forme. Potreste essere assillati da diverse domande sull’investimento in oro. L’investimento in oro è sicuro? Devo dichiarare l’investimento in oro? Quali sono le precauzioni da prendere dal punto di vista fiscale? Tutte queste domande assumono importanza alla luce della recente spinta del governo a rintracciare denaro e investimenti non contabilizzati. Continuate a leggere per saperne di più.

  Prestiti tra privati con cambiali

Quando si acquista oro, è necessario prendere e conservare le fatture fiscali per l’acquisto, sia che si tratti di gioielli che di lingotti. Secondo gli esperti fiscali, non c’è da preoccuparsi se si è in grado di spiegare la fonte dell’investimento in oro. Il Central Board of Direct Taxes (CBDT) ha specificato nel suo comunicato stampa del 1° dicembre 2016 che non ci sono limiti alla detenzione di gioielli d’oro a condizione che sia possibile spiegare la fonte dell’investimento o dell’eredità. Tuttavia, è fondamentale che il reddito del contribuente sia in linea con la quantità di oro detenuta. Fornire le prove necessarie per tale possesso aiuterà a evitare i controlli da parte del dipartimento delle imposte sul reddito. In caso contrario, l’agente accertatore ha anche la facoltà di confiscare l’oro detenuto.

L’oro come copertura dell’inflazione

Il conteggio annuale dei documenti è il numero di PO e di tutte le fatture (sia quelle basate su PO che quelle non basate su PO) dei 12 mesi precedenti. Dal conteggio dei documenti sono escluse le conferme d’ordine, gli ordini di modifica, le notifiche di spedizione anticipata e i documenti di liquidazione/pagamento; i fornitori possono transare un numero illimitato di questi documenti senza alcun costo.

  Prestiti tra privati pisa

Una volta che un fornitore supera le soglie per cui è tenuto a pagare le tariffe, il livello di abbonamento assegnato al fornitore si basa sui documenti transati aggregati in tutte le relazioni con i clienti.

Il livello di abbonamento del fornitore viene quindi rivalutato ogni anno alla data del suo anniversario principale, in base al numero di documenti transati nei 12 mesi precedenti, indipendentemente dal fatto che il fornitore abbia un ciclo di fatturazione annuale o trimestrale. Gli abbonamenti durano un anno e il livello di abbonamento e la tariffa vengono rivalutati solo alla data di anniversario principale del fornitore.

Nota bene: le informazioni sugli abbonamenti e sui prezzi/canoni discusse in queste domande frequenti non si applicano all’Africa meridionale, al Brasile e al Cile. Le informazioni sui prezzi per queste regioni sono disponibili nell’elenco delle schede tecniche alla pagina Conti e prezzi.